lunedì 21 maggio 2012

Scuole di Fumetto a Genova

Ciao ragazzi, chi è genovese di voi lettori? io lo sono e ho frequentato due scuole di fumetto genovesi e ve ne voglio parlare visto che molti mi contattano per sapere che differenza c'è fra le due scuole.

L'anno scorso ho frequentato la "Scuola Chiavarese del Fumetto", ma con tutti quei viaggi in treno non avevo più il tempo di lavorare e l'ho abbandonata. In più io tendo ad avere uno stile troppo cartoonist/comic/disney e non faceva per me perché questa è una scuola Bonelliana.

Qui ci sono i miei lavori che ho fatto nella scuola:
Lavori Scuola Chiavarese Del Fumetto


La Scuola Chiavarese del Fumetto è nata venti anni fa (circa) a genova. Il maestro è Enrico Bertozzi: un bravissimo illustratore e fumettista, ma attenzione, è molto severo e da voi pretenderà il meglio! Enrico ha alle spalle moltissima esperienza, è proprio come un vero texano e ti darà le basi per poter affrontare gli editori oltre ad una buona base di disegno realistico e non solo. La scuola è molto particolare perché vi darà le basi per diventare un perfetto fumettista della Bonelli. Quindi possiamo dire che diventerai un perfetto bonelliano. Nella scuola del fumetto sono nati diversi fumettisti e illustratori di successo (per leggere i loro nomi basta cliccare qui).

La scuola ti darà contatti per entrare nel mondo del lavoro nel campo del fumetto, illustrazione o addirittura dei videogame. Però ricorda  che sarai tu che dovrai dimostrare il massimo delle tue capacità dando il meglio e lavorando sodo, molto sodo!
Imparerai a disegnare di tutto, imparerai la sceneggiatura, inchiostrare con il pennello, il pennino, etc...

In più la scuola ha molti contatti e parteciperai a concorsi che trattano di fumetto gestiti dalla regione di genova. Quale modo migliore per farsi notare nel campo del disegno? Enrico ti aiuterà a gestire il tuo progetto fumettistico personale.

Qui sotto il sito ufficiale della scuola (dove posso vantarmi di aver salvato la gran parte dei loro testi: il sito era stato preso d'assalto da un virus, ma io ero riuscita a prendere i testi e ha pubblicarli qui nel mio blog, così i maestri della scuola hanno potuto riprenderli e ricreare il sito):
Sito: Scuola Chiavarese del Fumetto



Quest'anno invece ho frequentato la nuova scuola genovese, nata questo anno 2011/2012, la "Genoa Comics Academy". Che ho dovuto abbandonare perché mi portava via troppo tempo, il viaggio era infernale (col bus incontravo troppi barboni e pazzoidi in quell'orario... mai incontrati così tanti in vita mia...) e ho avuto diversi problemi che hanno scelto per me.
Di questa scuola non ho le foto dei miei lavori perché li ho lasciati la.

La Genoa Comics Academy ha sede a genova ed è gestita dal bravissimo Andrea Piccardo (ho molta stima di questa persona: mi ha seguita moltissimo e ci teneva a vedermi migliorare) è una persona diretta e ti seguirà nei tuoi passi e saprà tirare fuori il meglio di te!
La scuola tratta più stili: realistico, comico e il manga. Oltre a disegnare la scuola ti preparerà a gestire un tuo fumetto personale passo passo.
Nella scuola ci saranno fumettisti professionisti a far visita come il bravissimo Luca Rossi (fumettista americano) e molti altri.
Per sceneggiatura ti seguirà R. Amal Serena, una bravissima ragazza di 26 anni molto in gamba! E' tosta e piena di energie!
Per disegno e inchiostrazione c'è Laca, è molto"trasgressivo" e non gli piace conformarsi, i suoi fumetti hanno un particolare humor accattivante e pungente (un pò come lui).

In questa scuola farai tante cose diverse, ma se vorrai diventare un fumettista la strada e lunga e loro lo sanno bene. La scuola t'impegnerà molto e non bisogna prenderla come un gioco, io ho lavorato sodo per dimostrare di poter fare di più e migliorare.

Questo è il sito ufficiale della scuola:
Sito: Genoa Comics Academy



Ora voglio scrivere due righe su quello che penso delle scuole in generale e dei disegnatori che vogliono diventare professionisti.
Che una scuola sia buona oppure no, lei non trovererà del lavoro per te se non sei bravo e non t'impegni. Io ho deciso di non frequentare più scuole del fumetto perché ho molte cose da fare fra cui i miei personali progetti. Spero e voglio cavarmela da sola impegnandomi al massimo e fare le mie esperienze da sola.
Molti ho visto che frequentano le scuole di fumetto perché gli piace disegnare e non desiderano raggiungere uno scopo finale. Se vuoi diventare un fumettista devi soprattutto farti te un mezzo grosso come una casa!

Fai come ho fatto io: creati un blog artistico personale e una galleria su DeviantArt. Fai il tuo fumetto, pubblicalo nel web e fatti conoscere. Verrai riconosciuto come quel fumettista che ha fatto quella cosa.
Non ti preoccupare se il fumetto riceverà molte critiche negative: quello sarà il tuo pane perché internet è molto crudele e troverai lettori senza troppi scrupoli, ma questo ti aiuterà a diventare più forte.
Nel web vedo e conosco moltissimi disegnatori giovani e non, con tanta energia, spavaldi e pieni di grinta; loro hanno avuto a che fare con molti utenti che li hanno criticati, ma hanno trovato la forza di proseguire per la loro strada e farsi conoscere.
Professionisti o no hanno tutti qualcosa d'ammirare e da prendere come esempio. Un bravo disegnatore non molla e quale gioa più grande c'è quando un tuo disegno originale piace a molte persone?

La scuola non basta se tu smetti di disegnare o non disegni abbastanza e non ti fai conoscere.
Non smettere!
Disegna ogni giorno e prima o poi i frutti arriveranno, vedrai!
Vai alle fiere di fumetto e mostra i tuoi lavori a dei fumettisti professionisti per ricevere delle dritte e consigli per migliorare.

E ripeto non ricalcare e non fingere di essere altri (rubando i disegni degli altri fingendo che siano i tuoi)! Questo non vi porterà da nessuna parte.
Inoltre non sopporto quelli che si credono degli dei scesi in terra solo perché sanno disegnare 4 cose. Io penso che chiunque può disegnare e diventare bravo. Un disegnatore non smette mai d'imparare! Se quello è bravo non è solo perché è dotato, ma perché si è fatto un mazzo e si è interstardito

Se ti piace davvero disegnare cerca di seguire quello che io ti ho scritto.
Mi vengono chiesti spesso dei tutorial di vario genere: di disegno e grafica. Quando avrò tempo li farò per voi.
Spero che questo topic sia stato utile per te genovese o lettore "straniero" e che il mio discorso sia stato utile :)

La scelta di una scuola è molto personale e a genova ora ce ne sono due. Scegli tu ;)

6 commenti:

Luca Rivara ha detto...

"....Non ti preoccupare se il fumetto riceverà molte critiche negative..."


Una piccola nota. Io cerco e domando a molti via mail cosa ne pensano dei miei fumetti e delle illustrazioni che faccio.

Quasi mai ho ottenuto una risposta ed è faticosissimo sapere cosa ne pensa la gente dei tuoi fumetti.

Il problema (per chi fa fumetti e lo posso dire perchè io mi sforzo) è anche lottare contro la pigrizia che mi dice "accontentati di questo".

E invece no.

Bisogna (a mio parere) quando si disegna voler dare il massimo e porsi questo scopo dentro di sè.

E sopratutto ci vuole una buona motivazione

Luca Rivara ha detto...

I commenti e le critiche aiutano anche l'autore a capire cosa sta sbagliando o sta facendo giusto. Ma se questi non arrivano?

Rck015 ha detto...

"Io penso che chiunque può disegnare e diventare bravo. "

A parte questa affermazione 'Ste sono perfettamente d'accordo con tutto quello che hai scritto... e a parte il fatto che "Luca Rossi" mi sembra tutto fuorché il nome di un americano. XD
Sicura non sia un italiano che lavora per America? :)

Comunque è un ottimo post, lo quoto per un sacco di buoni motivi: dalla descrizione delle scuole (che da un parere neutro su quale scegliere) alle considerazioni ed i consigli finali.
bravissima.

StePanda ha detto...

Si Riccardo, hai ragione xD Luca Rossi è Italiano e lavora per l'america.... non l'avevo specificato bene^^"
Visto che son diventata la portavoce delle scuole (non so perché xD) mi son sentita di doverlo scrivere per i ragazzi che mi contatteranno per sapere.
Ti ringrazio tanto per il commento e per i complimenti :)

Riguardo questo punto:
"Io penso che chiunque può disegnare e diventare bravo. "

Penso questo perché ho visto ragazzi disegnare delle porcherie per poi "sbocciare" diventando veramente bravissimi! Questo è perché hanno avuto la costanza di voler imparare a tutti i costi. Io ad esempio volevo imparare a disegnare SpongeBob perfetto e ci son riuscita perché molte persone scambiano i miei disegni per disegni originali x3
Bisogna essere testardi e amare quello che si disegna. Se SpongeBob non mi piaceva non mi sarei impegnata affondo per imparare.

StePanda ha detto...

Ciao Luca, provo a spiegarti come la penso su questo problema.
Mi è capitato di vedere fumetti disegnati davvero bene, ma che hanno ottenuto uno scarso successo tra il pubblico e nei commenti. Probabilmente questa cosa è dovuta alla poca fantasia, all'utilizzo di personaggi piatti senza una buona personalità e anche la narrazzione deve essere chiara con una buona storia originale.
Per contro ho anche visto fumetti disegnati male che però hanno avuto un notevole successo nel pubblico. Questa seconda categoria di fumetti avevano una buona trama, bei personaggi e ti lasciavano con la curiosità di vedere come andava a finire. Per portare altri esempi...c'è un ragazzo che disegna i Mini Pony, i disegni non sono bellissimi ma riceve tantissimi commenti perché comunque sono espressivi e i suoi fumetti sono divertenti. Fare un fumetto è difficile più di quanto si creda.
Io di storie complete per ora non le ho mai fatte e sono proprio a gli inizi. Ho sempre fatto storie brevi un bel pò stupide e basta xD Ora invece voglio provare anche io a mettermi in gioco e vedremo come andrà :) Già con delle mie amiche abbiamo creato un fumetto dove lavoriamo in 5:
Equestria World:
- http://stepanda.blogspot.it/2012/04/equestria-world-3-parte.html

Anche se è appena iniziato, ha ricevuto molte critiche, positive e negative... soprattutto negative per i seguenti motivi:

- La trama non è chiara e non si capisce perché le leoncine sono invitare nel mondo dei Mini Pony (anche se nel fumetto è citato più volte, ma vabbè! xD)
- non dovevamo fondere personaggi felini/canini con i Mini Pony (perché rovinavamo non ricordo cosa... credo il fandom... BOH!)
- le personagge leonine non si distinguono abbastanza e non si capisce il loro carattere.

Il punto forte del fumetto è il cambio di stile, ma al contrario questa cosa non la sopporta nessuno... io sinceramente non l'ho capito molto bene perché a me, al contrario, piace molto il cambio di stile.
Pare che non piaccia perché chi legge non riesce ad abituare gli occhi ad uno stile visto che subito dopo cambia.
Ad esempio: prima sono ripassati a matita mentre subito dopo sono ripassati "vettorialmente" con illustrator.

Anche se è un fumetto fatto per divertirci noi lo proponiamo al pubblico nel web e abbiamo a che fare con commenti positivi ma anche negativi. Da un lato ci aiutano a migliorare e a diventare più forti.
Se il tuo fumetto viene ignorato devi capire che cosa non va.

Non so se conosci il sito di Kinart, è un sito gestito da fumettisti che ti danno lezioni online gratis tramite il loro forum.
Però sono molto rigidi e alcune cose che scrivono non le condivido appieno, ma questi sono punti di vista perché ogni disegnatore/maestro è diverso.
I fumetti non sono fatti con lo stampino e ogni fumettista racconta le storie a modo suo.
Ad un Bonelliano non piacerà mai com'è fatto un manga, mentre un mangaka potrebbe non apprezzare un fumetto americano con le colonne ordinate.
Per fortuna il mondo è vario e se ad un fumettista un lavoro non piace ci sarà sempre qualcun altro che lo aprrezzerà.

Spero di essere stata utile a modo mio :) se vuoi chiedermi altro non esitare che mi piace parlare di fumetti e disegno :)

44rivax ha detto...

Ciao StePanda!

Rispondo anche sul blog perchè tutti possano leggere

"...Ciao Luca, provo a spiegarti come la penso su questo problema.
Mi è capitato di vedere fumetti disegnati davvero bene, ma che hanno ottenuto uno scarso successo tra il pubblico e nei commenti. Probabilmente questa cosa è dovuta alla poca fantasia, all'utilizzo di personaggi piatti senza una buona personalità e anche la narrazione deve essere chiara con una buona storia originale....."


In parte hai ragione. Sono nuovo in questo mestiere sebbene lo faccia più per passione/hobby che altro.

Ma il punto è un'altro

Io(oltre ai fumetti) faccio delle illustrazioni e i miei genitori (e non solo) sono molto contenti di questi disegni perchè, secondo loro, ho una buona gestione del colore o quanto meno ho un gusto.

Un giorno ho fatto un disegno (http://44rivax.deviantart.com/gallery/#/d4v2f6b) e l'ho spedito a parecchie persone.

Niente

Solo i miei genitori mi hanno detto che era stupendo (e l'hanno anche appeso al muro).

Penso "agli altri non è piaciuto"

Poi invece scopro che il quadro ha avuto parecchio successo. Mio zio e altri sono rimasti colpiti profondamente da questo disegno.

Ma una piccola percentuale di persone si sono complimentate con me o con le mail o di persona


Su Facebook ho scoperto che il riscontro è più immediato. Forse perchè basta cliccare su Mi piace per dare un parere.


Il problema (secondo me) è che un sacco di gente vede le tue opere ma solo pochissimi riescono a lasciare un commento (positivo/negativo).

Su 10, magari una ti lascia un commento le altre non te lo dicono affatto. Di conseguenza non so mai cosa fare proprio perchè la gente non mi dice nulla e di conseguenza devo basarmi solo su quei pochi commenti che ricevo

Posta un commento